Vuoi diventare un venditore di successo ? Abbandona queste parole, e sostituiscile con queste altre!

Share

Per diventare un venditore di successo, la prima cosa da fare è cominciare ad usare il linguaggio in maniera efficace. Molti, troppi venditori usano verbalizzazioni casuali, quando non addirittura contrarie ai propri scopi ed interessi. Il risultato è che deprimono, da soli, le proprie prestazioni di vendita!

Venditore di successo con TVT
Un venditore di successo si distingue dai propri più mediocri concorrenti anche per la scelta dei termini che utilizza per colloquiare con i clienti. L’uso di questi termini non è frutto del caso, ma di scelte deliberate tese a massimizzare i propri risultati di vendita. Qui a seguire ti forniremo un elenco dei termini più comuni da evitare (in TVT li chiamiamo “scaring words” – parole spaventevoli) con a fianco i termini per sostituirle (le chiamiamo “power words” – parole potenti ). Ma vediamole assieme, qui a seguire.

1. Contratto. Termine che evoca qualcosa di definitivo, e parimenti dal quale non si possa recedere. Azioni legali, avvocati, giudici, tribunali, tutte cose che vengono in mente Può anche evocare, sia pur blandamente, clausole strangolatorie, obblighi contrattuali unilaterali, inganni nascosti. Per diventare un venditore di successo, suggerisco di sostituirlo con i termini più neutri di accordo, patto, consenso, intesa, collaborazione, modulo, documento

2. Appuntamento. Soprattutto nel B2C, questo termine evoca attese , disagi, fastidi (il medico, il dentista, il meccanico, ed altro). Nel B2B è più accettato, tuttavia veicola sempre una sensazione sgradevole. Il venditore di successo usa invece incontro, visita, conversazione, colloquio, rendez-vous, ritrovarsi

3. Comperare. Comperare è legato a filo doppio a pagare, che è un’azione che non piace a nessuno. Meglio usare i termini possedere, avere, aggiudicarsi, godere di, fruire di, utilizzare

4. Firmare. Nel corso della mia attività di sales coach, svolta sul campo assieme ai venditori, ancora adesso (dovrei esserci abituato, dopo tutti questi anni ;-)) inorridisco a sentire questo termine. E’ proprio una delle parole da evitare, perché richiama gli stessi concetti negativi del termine contratto. Se poi vengono usati assieme (è successo, firmare il contratto) si raggiunge l’apoteosi del raffreddamento del cliente. Il venditore di successo usa invece stabilire l’accordo, dare il via libera, accordarsi, confermare, definire

5. Costo. Ho appositamente lasciato questo termine per ultimo, in quanto assieme al suo gemello “prezzo” , credo sia uno dei termini che più di ogni altro si metta di traverso sulla strada di una potenziale vendita. Non è purtroppo raro sentire venditori esprimersi dicendo “…le costa solo …”. Secondo la mia esperienza, soltanto evitando queste due parole, e sostituendole con ammontare, corrispettivo, importo, valore, quid, investimento, cifra le vendite possono fare un apprezzabilissimo balzo in su , con fatica pari a zero da parte del venditore!

Già che ci siamo, metto giù un paio di scripts, utili per dichiarare il costo (ooopppssss, l’investimento ;-)).
Possiamo limitare il corrispettivo a
E’ possibile contenere la cifra entro
Naturalmente le power words sono molto più che queste, e chi partecipa ai nostri corsi dal vivo le sperimenta tutte, e le usa dal giorno dopo nel proprio lavoro, con i vantaggi che puoi immaginare .

Sul sito, se non lo hai già fatto, trovi molte risorse sulle tecniche di vendita pdf, dirette, telefoniche, audio / videocorsi, e-book, tutto scaricabile gratuitamente. Approfitta ora!

Grazie per la lettura, e l’eventuale condivisione, di questo post su come diventare un venditore di successo!

Share

2 pensieri riguardo “Vuoi diventare un venditore di successo ? Abbandona queste parole, e sostituiscile con queste altre!

  • 6 luglio 2017 in 6:55
    Permalink

    Salve, finalmente un sito condelle indicazioni utili x noi venditori. Oltretutto sono consigli che si possono mettere in pratica subito per diventare un venditore migliore.
    Continuerò a seguirvi.
    Grazie, e buon lavoro.
    Gustavo

    Risposta

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *