Scopri come vendere con successo attraverso una stretta di mano ipnotica

Share

Tra le tante tecniche per vendere con successo, la stretta di mano può diventare una “killer app”. Scopri perché in questo post.

La stretta di mano per vendere con successo
Solo pochi venditori sanno come usare questo potente mezzo per vendere con successo. E’ uno dei gesti sociali più comuni in Occidente, e può diventare per te un modo per preparare una vendita di successo. Attraverso una stretta di mano efficace puoi veicolare entusiasmo, energia, interesse, ottimismo. Tutto questo si traduce in un migliore arricchimento del tuo portafoglio clienti, e in una sua miglior gestione, a tutto vantaggio dei tuoi fatturati e profitti.

Nel 1971, il famoso etologo viennese Irenaus Eibl-Eibesfeldt, col suo noto “The natural history of behavior patterns” analizzò a fondo il rituale della stretta di mano, e ne derivò una serie di interessanti suggerimenti. Inoltre, nel 2012, sul prestigioso “Journal of cognitive neurosciences” è apparso un articolo che sottolinea come la stretta di mano sia uno dei più potenti veicoli di informazione, quando due persone si incontrano per la prima volta (JoCN, 2012).

Hai mai fatto caso a come le persone porgono la loro mano ad uno sconosciuto? Cosa dicono e cosa fanno in quei pochi attimi? Vedi, oggi vendere con successo risulta particolarmente difficoltoso:
-i mercati diventano sempre più competitivi, ogni giorno che passa;
-si è innescata la battaglia sul “low price”, che spesso deprime i profitti della maggior parte degli operatori
-il venditore medio, lasciato a sé stesso, con poco tempo a disposizione ed un mare di cose da fare è spesso vittima di una coazione a ripetere i vecchi stili di vendita, che oggi purtroppo danno scarsi risultati. Occorre quindi che tu approfitti di ogni possibilità per raggiungere l’eccellenza, e per lasciare indietro i tuoi meno attenti concorrenti.

Per cominciare a vendere davvero con successo, uno dei modi è curare i dettagli del proprio lavoro, sempre. Cominciando dalle piccole cose. Ad esempio, dalla stretta di mano, primo passo per instaurare una relazione di business profittevole con un nuovo potenziale cliente.

Ti è mai capitato di incontrare una persona sconosciuta e, dopo la tradizionale stretta di mano, non ricordarne il nome? Se si, sei in buona compagnia! Sai perché questo accade? Perchè durante la stretta, praticamente tutte le unità di attenzione della mente conscia sono impegnate nella stretta stessa, e non riescono a rilevare altre informazioni. Inoltre, pronunciando assieme il proprio nome, nessuno dei due capisce bene quello dell’altro.

Risultato? Dopo qualche minuto, rischi di chiamare Tizio con il nome di Caio, con le ovvie ricadute sulla neonata relazione. Quindi, prima regola: mentre stringi la mano, taci e ascolta. Il tuo nome lo dirai un attimo dopo, a stretta terminata, e a nome dell’interlocutore “salvato”.

Ti è mai capitata una di quelle mani mosce, che pare si debbano sfaldare? Che informazioni ti ha veicolato? E, al contario, ti è mai capitata una mano dalla stretta d’acciaio? Che informazioni ti ha veicolato? In entrambi i casi, sono informazioni disfunzionali al buon proseguimento della relazione d’affari. Quindi, seconda regola: la mano dell’altro va stretta con moderazione, per un istante, e poi lasciata andare, quasi con riluttanza.

Ti è mai capitato che qualcuno ti porgesse la mano a palma in su? E a palma in giù? Che sensazioni ne hai tratto? Forse, nel primo caso, hai percepito l’interlocutore come quasi in attesa di una guida da te, e nel secondo hai percepito (sia pure per un attimo, sia pure inconsciamente) una sorta di tentativo di dominio. Due cose che non vanno bene, nessuna delle due. Quindi, terza regola: la mano va tesa a coltello, con il pollice ben divaricato, in modo che sia pronta ad afferrare l’altra, fino in fondo.

Inoltre, ti è mai successo di stringere una mano sudaticcia? Cosa hai provato? Sicuramente nulla di buono circa l’interlocutore. E allora quarta regola: quando devi incontrare un potenziale cliente, fallo con le mani perfettamente asciutte. Usa, un attimo prima, i pantaloni, l’orlo della giacca o, ancora maglio, vai a bere un caffè e lavati le mani: i bar non mancano!

Stringere una mano calda, asciutta, poterla stringere fino in fondo, in una posizione neutra, è una delle migliori partenze per creare una relazione d’affari sana, solida, di mutua convenienza e, come dicono gli anglofoni, “long lasting” (che duri a lungo). E’ uno dei modi per accumulare punti positivi, da subito, che ti ripagheranno mille volte nel tempo. Ovvio, non solo per questo hai la certezza che venderai: la strada, a quel punto, è ancora lunga. Tuttavia il primo, piccolo passo sarà stato fatto nella maniera corretta  e, a furia di piccoli passi, ti porterai a casa l’ordine!

Durante i nostri seminari di formazione tecniche di vendita avanzate i partecipanti sperimentano come vendere con successo e lo mettono in pratica, dal giorno dopo, nel loro lavoro. Anche questi semplici accorgimenti per vendere con successo, assieme alle altre tecniche di vendita gratis che trovi sul sito, utilizzati sistematicamente, sono in grado di farti raggiungere, nel tempo, l’eccellenza nella vendita.

Share

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *