Come trasformare il tuo biglietto da visita in una macchina da leads (e come vendere la casa)

Share

Il come vendere la casa è incidentale in questo post. La nostra intenzione è invece trasformare il tuo biglietto da visita in una calamita da nuovi clienti.Come vendere la casa sarà una conseguenza (se sei un agente immobiliare 😉  )
Il biglietto da visita, un oggetto così comune che neanche ci si fa caso, può diventare per te una fonte di nuovi potenziali leads, in quantità industriali.
Il biglietto da visita, per quei venditori che ne comprendano le potenzialità, può diventare un oggetto che genera business concreto, anziché essere un banale veicolo di noiose informazioni di contatto. Anche questa è una tecnica di vendita diretta che, se utilizzata bene, è in grado di dare risultati mega.

Come vendere la casa con un biglietto da visita efficaceA Luglio 2012, la nota “The startup magazine” pubblicò un articolo sull’importanza del biglietto da visita. Anche se siamo nell’era digitale, dove lo scambio di informazioni avviene per via elettronica, il biglietto da visita rimane un veicolo formidabile per attrarre nuovi clienti. Dopo un incontro di business, quando ognuna delle parti riguarda i biglietti da visita che le persone incontrate hanno lasciato,  un biglietto come quello che ti descriveremo spiccherà su tutti gli altri, e ti darà un vantaggio competitivo incolmabile dai tuoi concorrenti

La chiave di volta è creare un biglietto da visita che spinga all’azione chi lo legge. C’è una formula per ottenere ciò; è una formula che spinge istantaneamente chi riceve il biglietto a prendere una decisione, e ad effettuare un’azione.
La formula è: “interrompi, interessa, informa, influenza”. Sono le 4 I dei biglietti da visita. Un po’ come succede per i messaggi pubblicitari, ma molto meglio …

Interrompi: il biglietto deve riportare una headline forte, che interrompa il corso dei pensieri attuali del tuo potenziale cliente, e li sposti sulla tua attività
Interessa: proponi una soluzione ad un problema tipico del tuo nuovo potenziale cliente
Informa: rendi evidente il valore della tua attività, o fornisci una garanzia su     come effettivamente risolverai il suo problema
Influenza: richiedi un’azione specifica, con una call to action che non si possa rifiutare.

Tutti noi siamo bombardati ogni momento da messaggi pubblicitari: internet, tv, radio, poster, messaggi dai provider  di servizi telefonici. Messaggi che, nella maggior parte dei casi, non arrivano neanche alla soglia della consapevolezza.

Tuttavia, sono certo che tu  ricorderai, tra i tanti, almeno uno di questi messaggi. E  sono altrettanto certo che, rispetto a tutti gli altri, questo fortunato messaggio aveva almeno tre caratteristiche: un claim forte e chiaro (è il modo in cui si presenta l’oggetto del servizio, o il prodotto venduto), una call to action  (è l’azione che si richiede al destinatario del messaggio) quasi irresistibile, ed una intrinseca originalità del messaggio.

Lo so, sembra complicato, soprattutto per gli spazi che un tradizionale biglietto da visita offre. Ma pensando ciò, non dimentichi forse un fatto importante? Il retro dei biglietti da visita è di solito bianco, e allora cosa c’è di meglio che utilizzarlo per fare entrare il tuo potenziale cliente nel “sales funnel” (imbuto di vendita)? E allora, abbiamo già uno degli elementi per far ricordare il messaggio: l’originalità. L’esempio del biglietto da visita su come vendere la casa sarà autoesplicativo.

Per il resto, il suggerimento è questo: in fondo al biglietto da visita  metti  l’headline (nel gergo pubblicitario, è l’elemento che ha il compito di catturare l’attenzione del lettore); così facendo interrompi il corso dei suoi pensieri, e lo sposti su qualcosa a te maggiormente favorevole.
Sul retro del biglietto, il resto. In questo esempio, si vede come vendere la casa, ma ogni tipo di mercato va bene.  Prima di tutto, il claim, forte e chiaro;  lo interessi, parlandogli di un  problema che può risolvere, o di un vantaggio che può ottenere. Dopo , lo informi su come tu possa risolvere quel problema o fargli avere quel vantaggio, meglio di chiunque altro. Per finire, gli chiedi di effettuare un’azione (può essere telefonarti, scriverti, accedere ad una risorsa sul web, qualunque cosa a te faccia comodo).
E siccome un esempio vale più di molte parole, guarda queste due immagini.

Biglietto da visita anche per vendere la casa, di fronte

Come vendere la casa col biglietto da visita, retroIl costo di tutto ciò? Irrisorio! Il vero costo (un costo nascosto, che tu non vedrai mai, a patto che tu non te lo vada a cercare) è il costo di  non implementare tutto ciò. Un costo a base di clienti, fatturati, profitti, lasciati completamente ai tuoi concorrenti. Un costo di clienti, fatturati, profitti, che non vedrai mai, perché li vedrà qualcun altro.

Durante i nostri seminari di formazione tecniche di vendita avanzate i partecipanti sperimentano tutto ciò e lo mettono in pratica, dal giorno dopo, nel loro lavoro. Ecco perché molti di loro, dopo aver partecipato al corso, sono in grado di raddoppiare il loro fatturato.

Grazie per la lettura e l’eventuale condivisione di questo post (se sei un agente immobiliare, il post è anche su come vendere la casa dei tuoi clienti 😉 )


Share

2 pensieri riguardo “Come trasformare il tuo biglietto da visita in una macchina da leads (e come vendere la casa)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *